Endless Trees by Manuela Maroli – Arte partecipativa

Cari amici,

sto studiando attentamente la situazione amazzonica, ed è uno studio complesso e impegnativo che si appoggerà anche ad esperti.

Piantare 38.000 alberi è sinonimo di ripristino di una parte di foresta amazzonica, parlerò, quindi, con varie figure di studiosi ed esperti, tramite varie associazioni che si occupano dell’opera di riforestazione in Amazzonia.

La deforestazione meccanica accellera il processo di laterizzazione del terreno, ogni intervento di disboscamento non selettivo e meccanico innesca processi di degrado che potrebbero mutare la rigogliosa selva amazzonica in una distesa di terra argillosa, con incalcolabili ripercussioni sull’intero pianeta.

Fino ad oggi oltre il 20% della foresta amazzonica è già stata così distrutta. In Amazzonia tutti hanno distrutto e distruggono: i realizzatori dei cosiddetti Megaprogetti, i grandi allevamenti di bestiame incentivati dalla BIRD, la conseguente speculazione fondiaria avvenuta negli anni Novanta del Novecento, a danno delle comunità indigene e di migliaia di piccoli agricoltori. Nel 1990 il 93% dei terreni agricoli amazzonici apparteneva infatti ai latifondisti. Danni incalcolabili sono stati procurati in Amazzonia, a causa di modelli agricoli non adatti alla regione. Queste sono alcune informazioni preliminari che bisogna conoscere per comprendere la complessità della situazione, al termine del mio studio presenterò una relazione. Altre informazioni e notizie saranno comunicate tramite i miei social e qui nel mio sito internet.

Manuela Maroli

Get Inspired…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s